Ho saputo

Ho saputo di un altro suicidio. L’ennesimo. Non di Covid, né per Covid. Ma per carcerazione preventiva, condannati per non aver commesso il fatto. Per la sottrazione del lavoro e l’obliterazione dei modi concreti di vivere, la cesura delle relazioni, la delazione come prassi consolidata, il protorazzismo di chi si…

Continua a leggere

Condividi

Gli integralisti dal pensiero unico

Pensiero unico e Fake News: Commento e approfondimento ad un articolo comparso su The Next Tech. Esprimere liberamente le proprie opinioni, documentare in maniera circostanziata le fonti e intavolare una democratica discussione su temi di cocente attualita’ e’ divenuta ora mai una pratica da sovversivi negazionisti. Sono anni che politici…

Continua a leggere

Condividi

Memento Mori

All’ubiquo memento mori di una pandemia che pare istradata – se non creata – da quel sistema neoliberista che ha nelle big tech il capitale propulsore, e in Big Pharma l’apparato sacramentale, corrisponde, almeno negli intenti di una narrazione ansiogena e priva di remore deontologiche, una tendenza alla cancellazione, alla…

Continua a leggere

Condividi

Negazione come prassi dogmatica

Qualsiasi spazio mistico, sottratto alla spazialità laica, è il tabù di un potere astratto nondimeno potente, che costringe ad una tensione, appunto mistica, che alla lunga costringe ad una resa supina alle decisioni di un qualche sacerdote. Così appare la situazione contingente, essendosi operato uno spostamento istanteneo da una iconologia…

Continua a leggere

Condividi

Io Pandemico:
Un anno di pandemia dalla prospettiva di venti di vita

La situazione merita che se ne faccia un compendio, partendo dall’incipit di questa tragedia: le prime settimane di gennaio 2020.
Prima dei Dpcm (decreti ministeriali), della quarantena totale e poi contingentata, del governo Conte bis, dell’esplosione mass mediatica, delle proteste, dei vaccini e della loro mancata o controversa distribuzione, delle zone…

Continua a leggere

Condividi

Un mostro che divora i suoi figli

Un mostro che divora i suoi figli

“L’UE si fonda sui valori del rispetto della dignità umana, della libertà, della democrazia, dell’uguaglianza, dello Stato di diritto e del rispetto dei diritti umani (art. 2 del Trattato)”.    (Unione Europea, da Treccani.it).   All’abbandono del dubbio metodologico (da Occam a Galileo, passando per Cartesio), ridotto a pura argomentazione negazionista…

Continua a leggere

Condividi

Una Panchina

Una Panchina

Una panchina in un parco di inizi ‘900… L’architetto aveva predisposto una scacchiera nel corpo della seduta. C’è una nota di benevolenza in questo atto, un gesto di poesia che supera il tempo e che è atemporale nello stesso momento, apposta per viandanti in pomeriggi assolati. Oggi dove tutto è…

Continua a leggere

Condividi

Si fa presto a dire scimmia

Si fa presto a dire scimmia

Da Darwin in giù, passando per la sociologia malthusiana e finendo nelle sacche sulfuree di ambiti d’intolleranza travestita da progressismo, di fascismo dell’antifascismo (per dirla con Pasolini), scendendo giù giù lungo una linea di discendenza neoliberista, che tutto àncora alla finanza internazionale, giungiamo così alle forre del realismo capitalista, che…

Continua a leggere

Condividi

Quel che serve

Quel che serve

”Le nazioni più grandi si sono sempre comportate da gangster, e le piccole da prostitute.”    (cit. Stanley Kubrick).   Nell’oscuro abbraccio esiziale tra poteri forti e informazione, plasticamente espresso dal pressoché unanime plauso al governo “tecnico” e di alto profilo istituzionale (Mattarella dixit), da tutti i media maistream, si delinea…

Continua a leggere

Condividi

Psycho-Socialismo e Barbarie

Psycho-Socialismo e Barbarie

Liberi tutti. No, siete troppi in giro. Uscite a targhe alterne. No, meglio in ordine alfabetico. No, tutti chiusi. Prematuro Gesù, quest’anno. A Natale, meglio in piedi che seduti. No a brindisi e canti. Ustiona il cibo a 18000 gradi Fahrenheit. Copri la nonna. No, meglio di fronte lo spiffero,…

Continua a leggere

Condividi

Il Potere ci ama

Il Potere ci ama

”…Quando un uomo non può scegliere, cessa di esistere…”    (dal film Arancia Meccanica, di Stanley Kubrick).   Un’oscura sintomatologia, direi di area “non benevola” nei confronti del cittadino, innerva la trama dell’affaire Covid, fin dai suoi esordi in Italia. Nessuno, spero, dimenticherà mai l’increscioso TSO “somministrato” a Dario Musso (Sicilia),…

Continua a leggere

Condividi

Essi vivono, noi dormiamo

Essi vivono, noi dormiamo

“Essi vivono, noi dormiamo”.    (Tratto dal film Essi Vivono, di John Carpenter).   Basta prendere la pillola blu (Matrix) ed evitare di inforcare gli occhiali (Essi Vivono), e tutto va a posto. Ma se prendi la pillola rossa, e indossi gli occhiali, la realtà deflagra in tutte le sue contraddizioni….

Continua a leggere

Condividi

Alie(N)azione

Alie(N)azione

Avendo i canali mainstream determinato uno “scisma” interiore nel cittadino “mediocrizzato” – reso cioè oggetto di una media statistica asettica e inchiodata al freddo dato – e avendo colonizzato lo psichismo di una società ormai ipnotizzata dal vessillo mortifero di un virus con lo 0,06 % di mortalità sotto i…

Continua a leggere

Condividi

Deliberata violazione della legge da parte del governo austriaco:
Nove avvocati e due medici denunciano Kurz & Co.

Sebastian Kurz, Cancelliere federale austriaco

La metà del governo federale austriaco è stata denunciata da avvocati e medici perché ritengono che la Costituzione sia stata calpestata. Nove avvocati e due dottori sono andati in bestia. Insieme hanno ora denunciato alla Procura della Repubblica di Vienna il Cancelliere federale dell’ÖVP (Partito Popolare Austriaco – Österreichische Volkspartei),…

Continua a leggere

Condividi

Democrazia, Stato di diritto e l’indipendenza della magistratura

San Giorgio e il drago: Liberta' e Sapienza

”Principi fondamentali sempre piu’ a rischio in Italia, in Europa e nel mondo”   Terra â€“ Strasburgo, gennaio 2021. Con la risoluzione dell’assemblea parlamentare n° 2361 – 2021 (“Vaccini Covid-19: considerazioni etiche, legali e pratiche”) a larga maggioranza e alla quinta seduta i membri di 47 paesi hanno approvato e sostenuto il…

Continua a leggere

Condividi

Sub rosa

Sub rosa

”Sub rosa è una forma abbreviata dell’espressione latina Sub rosa dicta velata est, che ricorda come la rosa nei miti antichi fosse un simbolo di silenzio e di riservatezza. La frase latina significava che, se si poneva una rosa sul tavolo, chi aveva ascoltato o detto qualcosa era impegnato a…

Continua a leggere

Condividi

Tempo senza memoria

Tempo senza memoria

“Il nostro è un tempo senza memoria, Pasolini lo aveva capito.”    (cit. Massimo Recalcati).   È indubbio che ci si trovi nel pieno complesso di un’inversione semantica, storicamente parlando. Quello che fu il baluardo, la lotta per e in nome del popolo, del partito che fu di Gramsci, sembra oggi…

Continua a leggere

Condividi

V-Day

V-Day

– ”Nel loro arsenale hanno già l’arma più potente che esista. – Ah si, e qual è? – La devozione.”    (Tratto dal film V. Visitors di Kenneth Johnson).   “Ryanair, ti mette le ali!”, parafrasando la pubblicità della celebre bibita. Così la principale lowcost arringa, col potere del suo status…

Continua a leggere

Condividi

TV Casualty

TV Casualty

“Semplicemente incontrarsi faccia-a-faccia è già un’azione contro le forze che ci opprimono con l’isolamento, la solitudine, la trance dei media.”    (cit. Hakim Bey, TAZ).   Ogni cosa che sfugga alla radianza occhiuta della televisione, è ormai per definizione invisibile, o virtualmente segreta. Ciò che viene mediato, o meglio mediatizzato, diviene…

Continua a leggere

Condividi

Bene comune e banalità del male

Bene comune e banalità del male

Un’ontologia del bene comune è il nuovo axis mundi, sotteso all’ormai incontestabile piano liscio del politicamente corretto, su cui tutto scorre all’insegna dell’ipocrisia di stato. Concetto molto complesso, quello del bene comune, che meriterebbe trattazioni ampie, nella sua connotazione assiologica, fatta di “etica sostantiva”. Ci basti qui dire che siamo…

Continua a leggere

Condividi

Tanatodemia informativa

Tanatodemia informativa

“Per ogni Giovanna d’Arco c’è un Hitler appollaiato all’altra estremità dell’altalena. La vecchia storia del bene e del male.”    (cit. Charles Bukowski).   Senza necessariamente propendere per una tesi di ascendenza diretta tra un’Internazionale Nera (cit. Franco Fracassi) e l’élite globalista (di stampo speculativo, e neoliberista), certo è che la…

Continua a leggere

Condividi

A testa in giù

A testa in giù

“Pesante è il bilancio di questo arcano capovolto, dove la fede diviene mancanza di fede e la serena saggezza del pontefice, incapacità di mettersi in discussione e di assumersi le proprie responsabilità. La moralità che fungeva, al positivo, da guida e da criterio di discernimento, si negativizza fino ai limiti…

Continua a leggere

Condividi