Contatti

Sfondo

Contattami

Contatta la Redazione di Becciolini Network al numero WhatsApp +393487105308 specificando Nome e Località e motivo del contatto.

I dati relativi al contatto WhatsApp non verranno divulgati per nessun motivo e saranno utilizzati esclusivamente per le comunicazioni

I Social di Becciolini Network:

Canale Youtube

Web Radio Podcast su Spreaker

Pagina Facebook

Canale Telegram

 

Commenti post (16)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

  1. Francesca Nelli il 24 Ottobre 2021

    Buona sera Stefano, ho ascoltato l’audio e lo trovo molto interessante e ricco di spunti di riflessione. Penso che la protesta di Trieste sia pilotata da forze internazionali non europee ma americane. Penso che il porto non si sia mai fermato ( si sarebbe fatta sentire la Germania in primis) in ultimo non mi fido di Puzzer che sicuramente lavora per un’azienda cinese ubicata nel porto stesso e nelle sue vicinanze. Credo che scoppierà una guerra tra Europa del deepstate e Trump e noi nel mezzo. Forse Draghi fa’ il doppio gioco? Forse non fa’ parte del deep state ma non lo fa’ capire per non essere ammazzato ? D’altronde da quando c’è lui non ci sono più zone colorate e coprifuoco ed a quanto pare il parlamento non ha più poteri e stanno cadendo teste con indagini per corruzione! Lui nn è un politico. Perché si parla del porto di Venezia ( Marghera) l perché Draghi parla di “idrogeno” ? Grazie per le informazioni che ci dai …sta’ a noi unire i puntini.
    Francesca

  2. Luca Esculapio il 25 Ottobre 2021

    Carissimo Stefano,
    non sono presente sui canali come Telegram, e così prima di provare a disturbarti telefonicamente spero di riuscire a contattarti tramite questo canale.

    Domando perdono sin d’ora se questa mail dovesse risultare in qualche modo impersonale e perciò irrispettosa: poco è il mio tempo a paragone di quanti sono coloro che desidero raggiungere, e così per raggiungerne più che posso devo fare di necessità virtù.

    Scopo di questa mail è presentare il contributo che desidero offrire, ed il mio sito che ne è uno strumento; i motivi sono che siamo dalla stessa parte, e che ritengo a ragion veduta possa essere utile, forse importante.

    Come tante barche sparpagliate su mari minacciosi, tutti siamo impegnati a procurarci da vivere e rientrare sani e salvi, e molti sono impegnati anche a portare aiuto alle tante barche in difficoltà.
    Il mio contributo consiste nel portare a conoscenza di tutti cosa c’è esattamente sotto di noi, nelle profondità dei flutti che solchiamo, perché l’origine delle tempeste e dei pericoli che affrontiamo si trova nascosta laggiù.

    Ovunque c’è un enorme bisogno di aiuto, e da ogni barca il mare sembra deserto perché l’orizzonte nasconde le altre barche, ma in realtà siamo tanti.
    Il mio contributo ai nostri sforzi comuni è offrire a tutti noi il meglio che posso dare: i frutti dei miei studi e ricerche, come basi su cui ritrovarsi e coordinarsi.

    Per quanto a prima vista questi mari siano vasti, diversi e lontani, probabilmente intuiamo tutti quale sia il punto fondamentale; per aiutare a metterlo a fuoco, ho dato al mio sito proprio il nome di questo punto.

    Questo mio contributo ha vari obiettivi:

    rivolgersi a chiunque, esperti e non, comunicando in modo da far capire, e da stimolare ad alzare la testa;
    dare un punto di vista dal quale le tessere del mosaico si uniscono a formare un quadro generale comprensibile e coordinato, in cui tanto i collegamenti quanto i rapporti di importanza relativa e di causa ed effetto, siano chiari;
    integrare nel mosaico alcune tessere non trovate altrove, e quindi aggiunte da me per completare il quadro;
    catalizzare e promuovere, a beneficio di tutti, l’unione ed il coordinamento di tutte le nostre forze, e la loro concentrazione sui punti chiave di questo quadro.
    Non mi sembra educato dilungarmi qui nel merito dei contenuti, e lascio quindi che il sito si spieghi da sé, sperando lo faccia in misura accettabile.

    Tengo solo a dire che, seppure i contenuti sono già molti, il lavoro è ben lungi dall’essere completo, e quindi l’orizzonte dei contributi che desidero offrire si estende molto al di là di quello che appare dal sito per com’è attualmente.

    Anche perché i contenuti attualmente presenti in esso potrebbero sembrare una discesa agli inferi; in merito a questo, i nostri antenati dicevano: “si vis pacem, para bellum”, ed io oggi mi sentirei di dire: “se vuoi proteggere il bene, conosci il male meglio di quanto questi conosca sé stesso”.

    Home Page in Italiano:
    https://economicsuppression.org/it
    Home Page in Inglese:
    https://economicsuppression.org
    Se utile, questa parte è una breve sintesi degli elementi fondamentali:
    https://economicsuppression.org/it/sinossi-sunto.html
    E qui, nel caso, ho accennato al motivo per cui mi rivolgo a qualunque barca, in qualunque mare si trovi:
    https://economicsuppression.org/it/chi-cosa-dove-quando-perche/che-c-entro-io-e-perche-proprio-io.html

    Grazie sinceramente per l’attenzione, spero sia ben ripagata e fruttuosa, e rimango in attesa di ogni idea, considerazione, punto di vista che ne possa scaturire.
    Cordialissimi Saluti
    Luca Esculapio

  3. LEONIDA il 5 Novembre 2021

    PERUGIA, li 05/11/2021.
    Carissimo Stefano Becciolini, sono LEONIDA e facendo seguito al mio intervento sulla Tua diretta TELEGRAM di questa mattina, Ti trasmetto il testo che mi avevi chiesto al riguardo della sensibilizzazione dei Bloggers e delle manifestazioni sulle piazze, che devono cambiare slogan.
    Il testo che trasmetto è quello integrale che sto inviando in svariati messaggi su TELEGRAM, nella cui parte finale c’è un P.S. che riguarda alcuni Bloggers che si definiscono “alternativi”, ma mi hanno bloccato il messaggio perchè giudicato SPAM.
    Come se ci guadagnassi qualche cosa.
    Ti trasmetto il testo al solo scopo di chiederti se puoi, considerati i tuoi discreti contatti web, trovare il modo di far recepire ciò che riterrai interessante nel contenuto, per mettere fine a questa dittatura.
    Grazie per ciò che potrai fare. Un abbraccio fraterno.
    “Carissimi amici Blogger ed Uomini Intellettualmente Onesti, VOLETE SCONFIGGERE IN BREVE TEMPO QUESTA MACCHINAZIONE SANITARIA?
    Allora impegnatevi a diffondere ed applicare queste poche regole:
    1) FERMATEVI PER PIU’ GIORNI POSSIBILE AD ANDARE AL LAVORO – Farà crollare il Governo e questo Sistema dittatoriale Sanitario in pochissimi giorni!!!

    2) FERMATEVI IMMEDIATAMENTE a chiamare le manifestazioni e gli incontri pubblici NO PAURA DAY (basta con questa definizione timorosa), ma chiamatele RIVOLUZIONE DAY (è un titolo positivo che da la carica ed ha contenuto rivoluzionario) !!!

    3) BASTA GRIDARE LIBERTA’- LIBERTA’ alle manifestazioni pubbliche (è una implorazione di concedervi un Diritto, che in realtà E’ SEMPRE STATO VOSTRO), ma gridate “DIMETTETEVI-DIMETTETEVI” (così inizierete A METTERE PAURA AL GOVERNO ed ai loro accoliti)!!!

    4) UTILIZZATE QUALSIASI SISTEMA DI INFORMAZIONE, come:
    – VOLANTINAGGI CASA-CASA;
    – MANIFESTI 6X3 m o 70×100 cm (con contenuti molto sintetici, ma otticamente molto evidenti);
    – VIGNETTE – MURALES – SCRITTE SULL’ASFALTO, che sintetizzino le informazioni che il main stream non fornisce al resto della popolazione ancora dormiente – UN’IMMAGINE VALE PIU’ DI MILLE PAROLE !!!

    Se riusciremo a far applicare queste SEMPLICI REGOLE, il più uniformemente e rapidamente possibile, TRA TUTTE LE PERSONE INTELLETTUALMENTE ONESTE che partecipano alle manifestazioni ed agli incontri pubblici, AVREMO LA VITTORIA IN PUGNO !!!
    La vittoria in una battaglia NON E’ DETERMINATA DAL NUMERO DEI PARTECIPANTI alla lotta, MA DALLA LORO CONVINZIONE ED IMPIEGO STRATEGICO, sfruttando anche tecniche psicologiche alla portata di tutti !!!
    BERLUSCONI DOCET !!! – Ci ha governato per un ventennio solo con le parole e le finzioni, NON DIMENTICATELO MAI e fate di un’epoca ed una figura negativa, un’arma per DISTRUGGERE I NEMICI DELLA DEMOCRAZIA.
    Riponete gli individualismi e diffondete questo messaggio in tutti i canali di informazione ai quali siete iscritti, senza curarvi se risulta un doppione, formate dei gruppi di lotta pacifica, CONOSCENDOVI PERSONALMENTE, non soltanto per chat.
    TEMPUS FUGIT !!

    P. S. : COGLIONI DI QUEI BLOGGERS “alternativi” CHE MI BLOCCANO IL MESSAGGIO DICENDOMI CHE È SPAM…. Io non ci guadagno nulla, IMPIEGO IL MIO PREZIOSO TEMPO per TUTTI gli italiani e VOGLIO SOLTANTO AIUTARE LE PERSONE!
    Da questo si vede la vostra buona fede! ”
    Fine messaggio per STEFANO BECCIOLINI

  4. Tiziano Ortile il 23 Novembre 2021

    Dispiace dirlo, ma per me la soluzione più efficace sarebbe quella di tralasciare i negozi e supermercati (che hanno richiesto a gran voce il greenpass) e ordinare tutto online. Forse la loro disperazione per mancanza di clienti farebbe cambiare idea ai nostri tiranni. Saluti

  5. Maura il 12 Dicembre 2021

    Forse posso contribuire alla completezza dell’informazione che voi coraggiosamente perseguite, suggerendo questo video sulla manifestazione del 1^ No paura day international, che si è tenuta domenica 12 dicembre, ieri, a Gorizia sulla linea di confine con la Slovenia, tra i comitati 15 ottobre Italiano-sloveno-austriaco :
    https://www.facebook.com/IsonzoNews/videos/267372105285433
    Cordiali saluti.
    Maura

  6. Paolo il 27 Dicembre 2021

    LETTERA A STEFANO BECCIOLINI
    Caro Stefano è invidiabile il tuo impegno e la ricerca inesauribile della verità e della trasparenza nella comunicazione. Siamo in un epoca tetra, di desolante asservismo, priva di etica e morale, arida di pensiero critico. Lottare è giusto e doveroso ma non tutti hanno le stesse risorse. Lottare diviene complicato quando non hai dove attingere e nessuno vuole più darti sostegno (morale ne fai a meno ma bisogna pur mangiare e adempiere agli impegni presi). Ci sono delle responsabilità a cui tutti dobbiamo sottostare. Io non voglio vaccinarmi e so di essere nel giusto ma la battaglia sta diventando psicologicamente pesante: non bastano i bastardi del regime adesso combatto contro la famiglia, che mi chiama alle mie responsabilità, coambatto con amici convinti dell’innocuità del vaccino e combatto contro la mia ragazza, che vorrebbe costruire con me un futuro ma che, lasciando il lavoro da insegnante in scuola privata, in cui lavoro da pochi mesi, diventerebbe un futuro utopistico.
    Mi chiedo spesso dove andremo di questo passo e fino a quando manterranno queste misure assurde che ostacolano la nostra libertà e la nostra vita. Non riesco a darmi delle risposte. Potrei anche vivere da eremita per un periodo di tempo ma non ho costruito bene il mio futuro e ho fatto tante scelte sbagliate e perso tanto tempo, dalla mia laurea in legge NEL 2014 al giorno d’oggi.
    Non dò la colpa a nessuno ma solo a me stesso. Alle volte sono stato ideologicamente critico nel fare qualcosa che, anche se ben remunerato, non mi dava soddisfazione sen non il giorno di accredito dello stipendio (parlo della sicurezza nei luoghi di lavoro). Ho fatto assicurazioni che è un bel settore ma non lo vedevo appropriato alle mie caratteristiche. Adesso sono a scuola e mi trovo bene seppur non guadagno ancora abbastanza perchè sono entrato da poco. E improvvisamente, se devo continuare, devo farmi inoculare. La vita è complicata e fortunatamente non devo dar da mangiare a figli o mantenere mia moglie. Tuttavia nulla ho più da chiedere ai miei che mi hanno mantenuto l’università e comunque appoggiato in quasi ogni scelta fatta, seppur non d’accordo.
    La verità, la giustizia, la speranza, l’amore, sono tutti ideologismi che danno un senso alle nostre esistenze e di questo ne sono convinto. Come sono convinto che non ci vorrebbe molto a craeare un mondo giusto, prospero e felice se solo chi comanda avesse questi obiettivi. Ma non è così purtroppo. Sarebbe molto utile che oltre a dare speranza e illuminare le menti annebbiate di molte persone, si creasse un sistema di reciproco aiuto in cui persone con poca scelta per la loro battaglia, potessero ricevere l’aiuto di altre persone per sopperire alla perdita lavorativa. Non parlo di aiuti economici parlo di possibilità di lavoro.
    Predicare la creazione di una comunità dal basso, vera e fatta di persone oneste, richiede che proprio chi abbia la possibilità di aiutare lo debba fare perchè sia da esempio e sostegno per chi ha più difficoltà nel mantenere uno stato di guerra contro la dittatura. E’ innegabile che tutti dobbiamo fare dei sacrifici ma è altrettanto veritiero che alcuni hanno da perdere molto più di altri. Per questo credo che quueste persone debbano ricevere aiuto. Se hai un mutuo, 2 figli da sfamare ed una moglie con un lavoro precario, che soluzioni trovi?
    A persone che stimo tanto (pur non conoscendole dal vivo) come te, Andrea Colombini e Matteo Brandi lascio facoltà di rispondere.
    Vi ascolterò domani in diretta.
    Un abbraccio
    Paolo

  7. Edgardo il 3 Gennaio 2022

    Buongiorno Stefano,
    Mi chiamo Edgardo e scrivo dalle Isole Canarie e vorrei sapere gentilmente come poter contattare Govinda, per poterlo salutare, ecc. In quanto so che vive en Tenerife.
    Grazie mille per tutto

    Un abbraccio
    Edgardo

    • Cristina P. il 7 Marzo 2022

      Durante la chat vocale del mercoledi alle 18 puoi trovare l’avvocato in diretta, aprire il suo profilo e salvare il contatto telegram e contattarlo.

  8. rossana il 1 Marzo 2022

    salve volevo segnalare che alla sede centrale unicredit di piazza della repubblica a roma ieri 28.2.2022 in mattinata, sono letteralmente state scacciate da un’arrogante impiegata in modo indegno 2 persone anziane venute da fuori roma che dovevano ritirare un blocchetto di assegni, solo perchè non avevano il g pass . secondo me è una vergogna..stessa situazione alle poste italiane..e si pensa solo a rovinare la vita degli italiani onesti – tutto questo nell’indifferenza generale.
    Voi che ne pensate? io penso che sia una cosa vergognosa – potreste come tv libera avviare una campagna di informazione e mandare degli inviati a verificare questa assurda situazione?
    grazie

    • Cristina P. il 7 Marzo 2022

      Grazie Rossana del commento. Concordo, si sta arrivando a dei punti inumani e l’aspetto più spaventoso è l’indifferenza e il torpore della popolazione. Non abbiamo la possibilità di mandare degli inviati poiché ci finanziamo tramite le piccole donazioni che vengono raccolte. Suggeriamo spesso agli ascoltatori di registrare questi episodi in modo da poterli diffondere. Grazie per il sostegno.

  9. Giovanni, Sanremo il 10 Maggio 2022

    Buongiorno Stefano.Avevo seguito con grande attenzione l’intervista all’attivista austriaco Erlich, in cui si evidenziava il percorso virtuoso compiuto dalla neo resistenza in Austria,in Germania e l’unificazione in un movimento transnazionale.Il tutto sembrava essere la premessa di un allargamento di questo metodo vincente anche all’Italia. Sono passate settimane e mi sembra che non vi siano stati passi in questa direzione. La questione è di fondamentale importanza. Può essere fatto il punto a breve con un podcast o trasmissione mono tematica ? Grazie Stefano.

  10. Anikasi il 31 Luglio 2022

    Сіао a tutti, ragazziǃ Lо ѕо, il miо mеѕѕaggiо pоtrebbe еsѕerе trоррo sрeсifiсо,
    Ma mia ѕоrellа ha trovаtо un bеll’uomо ԛui е sі ѕоnо spоsаtі, quіndi chе ne dісі dі mе?ǃ 🙂
    Ηo 23 anni, Аnіkа, dallа Rоmаnіа, conоsco аnсhe l’іngleѕe е il tedеsсo
    E… hо unа mаlаttіa ѕресіfiсa, сhіаmаtа ninfomaniа. Chiѕѕà сoѕ’è ԛuesto mi рuò caріre (meglіo dіrlо ѕubіtо)
    Ah ѕі, іo cuсinо molto gustoѕо! е аmо non ѕоlo cuсinare ;))
    Sonо unа ragazza vеra, nоn unа рrostitutа, е сerсo unа relаziоne ѕеria е cаldа…
    Ad оgni modо, рotеtе trоvare іl mio profilo ԛuі: http://provisadhaly.ml/user-74279/

0%